Come cuocere la Pasta di Mauro

Cuocere la pasta in modo corretto non è poi così difficile, è necessario però rispettare alcune indicazioni fondamentali.
Incominciamo col scegliere la pentola giusta, dovrebbe essere grande abbastanza e più alta del suo diametro per contenere una sufficiente quantità d’acqua, come regola si consiglia 5 litri di acqua per 250 grammi di pasta secca “Di Mauro”. E’ consigliato usare questa quantità d’acqua, poichè durante i tempi di cottura relativamente brevi la pasta necessita di una temperatura costante e questa rimane più facilmente costante con una grande quantità d’acqua.
Per essere buona la pasta deve essere ben cotta ma al dente, ecco le regole:
Esclusivamente al momento dell’ebollizione dell’acqua salate con sale grosso, circa 20 gr. noterete che il bollore si affievolisce leggermente, aspettate che l’acqua ricominci a bollire copiosamente quindi, versate la “Pasta Di Mauro”.

A questo punto attendere che la pasta si ammorbidisca e poi mescolare ogni tanto fino al raggiungimento della cottura per il tempo indicato nella confezione.
E’ importante scolare la pasta rispettando i tempi di cottura poichè, nella fase di condimento si possano conservare le capacità organolettiche della pasta ed avere una eccellente digeribilità.
La Pasta Di Mauro tende ad assorbire molto i sughi perchè la sua lavorazione artigianale trafilata al bronzo conferisce alla sfoglia una porosità naturale e tale che la si percepisce anche durante la masticazione.

Buon Appetito